GiochiInBici

Il gioco è al tempo stesso una rappresentazione simbolica e una forma di apprendimento sul mondo che ci circonda. Solo giocando possiamo capire davvero la realtà. Per questo il gioco è l’elemento centrale di Bici Senza Frontiere, giocando si impara (a pedalare)… e ci si diverte pure!

Questi sono i giochi scelti per l’edizione 2016 di Bici Senza Frontiere:

L’Hakarena!

L’Hakarena è la danza propiziatoria del popolo dei Pedalatori. Pazze coreografie ciclistiche per darsi la carica e intimidire gli avversari! Punti bonus a squadra per ogni partecipante che ballerà

 

UnGiornoInBici

Staffetta a squadre con bici e giornale. I giocatori in sella ad una bicicletta si passano l’un l’altro un quotidiano che nessuno riesce a leggere preso come è dalle proprie attività in una giornata normale ma piena di imprevisti.

Giocatori: 6 per ogni squadra + 1 bicicletta

− 1 giocatore nella parte del postino che consegna giornali a domicilio

− 1 giocatore nella parte del genitore

− 2 giocatori adulti che interpretano rispettivamente l‘impiegato e il ciclista distratto

− 1 giocatore nella parte del “ temporale primaverile

− 1 giocatore nella parte del barista

Scopo del gioco

Riportare all’edicola (base di partenza e di arrivo) nel più breve tempo possibile, un giornale quotidiano.

Svolgimento

  • Il postino parte trafelato dall’edicola: è in ritardo sull’orario consueto per cui, preso il giornale si mette a pedalare il più velocemente possibile per cercare, comunque, di consegnarlo in tempo. Giunto a “casa Scolaro” lancia il giornale nella buca e smonta dalla bicicletta.
  • Il genitore sale in sella alla bici lasciata dal postino, recupera il giornale e parte per andare al suo lavoro. Ma prima accompagna il figlio a scuola: senza lasciare il giornale, deve portare una bici da bambino senza mai sollevarla. Davanti la scuola incontra un amico, l’impiegato, a cui lascia il giornale.
  • L’impiegato prende il giornale, sale in sella ma a pochi metri dal suo ufficio incontra un ciclista distratto che ha forato : scende, ripara la camera d’aria cercando contemporaneamente di non appoggiare il quotidiano in terra e di finire il più velocemente possibile perché ha una riunione di lavoro. Finita la riparazione e rimontata la ruota si rende conto di essere così in ritardo da non poter riuscire a leggere il giornale: lascia dunque il quotidiano al ciclista, parcheggia la bici ed entra in ufficio.
  • Il ciclista monta in sella quando improvvisamente inizia a piovere a dirotto. Cercando di proteggere il giornale dall’acqua pedala il più velocemente possibile alla volta del bar.
    (la pioggia viene sparata senza pietà dalle pistole ad acqua dei “temporali primaverili ” delle altre squadre). Al bar incontra il postino ed i due per festeggiare bevono fino ad ubriacarsi, tanto da non poter reggersi sulle proprie gambe.
  • Il barista appena se ne rende conto decide di caricarli uno alla volta sulla sua graziella e portarli all’edicola (base di arrivo).

Dotazione della squadra – bonus e penalità

Ogni squadra deve dotarsi di una bicicletta da utilizzare a turno.

Vince chi riporta il giornale alla base d’arrivo il più velocemente rispetto alle altre squadre; un bonus aggiuntivo viene assegnato se il postino riesce con un solo tiro a infilare il giornale nel cestino; viene inflitta una penalità ogni qualvolta il giornale quotidiano cade o si bagna.

 

PartiamoInBici

Due amici decidono di fare un rilassante viaggio in bicicletta: prima tappa Roma, campeggio “ai Fori”, ora di pranzo. Ma prima di poter mangiare vengono coinvolti nell’allegra ma frenetica competizione nazionale a squadre “Campeggi Senza Frontiere”, con sfide a colpi di cartonaggio, puzzle e “caccia al tesoro”.

Giocatori: 5 per ogni squadra + 2 biciclette

  • 2 giocatori nella parte degli allegri ciclo-viaggiatori
  • 2 giocatori nella parte dei campeggiatori
  • 1 giocatore nella parte dell’ostellante Felice, gestore del campeggio “ai Fori

Scopo del gioco

Postare per primi, su Facebook, la foto della squadra al completo, felicemente accomodata sulla coperta del pic-nic, in procinto di mangiare…

Svolgimento

  • I due ciclo-viaggiatori partono per la loro avventura: prima tappa il famoso campeggio “ai Fori gestito dall’ostellante Felice.
  • L’ostellante, che si trova alla reception in compagnia di due campeggiatori convince i 4 avventori a formare la squadra che rappresenterà il campeggio nella competizione “Campeggi Senza Frontiere”
  • La squadra si forma e i giudici consegnano il “pacco-gara” con il materiale per 3 prove da svolgersi in contemporaneamente:
    • ai campeggiatori, cartone e forbici per ritagliare piatti, bicchieri e posate necessarie ad apparecchiare per 4 persone
    • ai ciclo-viaggiatori la lista della spesa da fare allo spaccio del campeggio (cestone); i ciclisti vi si recano a staffetta, in sella alle rispettive biciclette, fino ad evadere l’intero ordine
    • all’ostellante la coperta da stendere per il pic-nic e la scenografia/puzzle da ricomporre nel più breve tempo possibile.
  • Appena la tavola è apparecchiata e la scenografia è pronta, i 4 giocatori si siedono, pronti per mangiare, l’ostellante velocemente scatta una foto di gruppo e la posta sulla pagina Facebook “Bici senza Frontiere”, sperando di vincere il primo premio.

Dotazione della squadra – bonus e penalità

Ogni squadra deve dotarsi di due biciclette, uno smartphone per scattare e pubblicare on line la foto.

Viene assegnato un bonus alla squadra con le borse della bici più pesanti; un bonus aggiuntivo alle squadre che realizzano le stoviglie più realistiche; la penalità è inflitta alla squadra che non ricompone la scenografia/puzzle.

 

IndovinaInBici

Il più forte e veloce ciclo-giocatore della squadra, legato e trattenuto alla vita da una corda di camere d’aria, pedala con tutta l’energia a disposizione per raggiungere, raccogliere e portare ai compagni i quiz-barattoli che contengono domande a difficoltà crescente.

Giocatori: tutta la squadra + 1 bicicletta

− 1 giocatore nella parte del ciclo-recuperatore di quiz-barattoli

− 1 giocatore nella parte del capitano

il resto della squadra collabora a fornire la soluzione.

Scopo del gioco

Risolvere correttamente 5 quiz nel tempo massimo di 20 minuti

Svolgimento

  • Il ciclo-giocatore più aitante viene legato alla vita con una corda di camere d’aria intrecciate e così trattenuto cerca di raggiungere con la bicicletta il primo quiz-barattolo. Senza scendere di sella lo raccoglie e velocemente torna indietro per consegnarlo al capitano della squadra. Attenti: i barattoli più lontani hanno un punteggio più alto!
  • Il capitano legge la quiz-domanda, scrive la soluzione concordata con la squadra sul foglietto e corre a infilarla nella quiz-scatola predisposta dai giudici di gara
  • Il ciclo-giocatore riparte per il successivo recupero non appena il capitano ritorna alla sua postazione

Dotazione della squadra bonus e penalità

Ogni squadra deve dotarsi di una bicicletta. Viene assegnato un bonus alla squadra che recupera i quiz-barattoli nel minor tempo; un bonus ulteriore alla squadra che risponde correttamente a tutte le domande.

 

BSF2016 organizza un contest fotografico su Instagram aperto a tutti, partecipanti e non.

#CAMOBIKE: il contest!

Postate delle foto utilizzando ENTRAMBI gli hashtag #camobike e #bsf2016. Il tema è quello del “mimetismo”, per cui provate a confondere la vostra bici con il contesto urbano, con un panorama, uno scorcio, con la vostra casa, con altri oggetti. Mascherate la vostra bici, rendetela presente ma invisibile: l’obiettivo è quello di far vedere che ci sono molte più bici in giro di quello che si pensa!

Il comitato organizzatore sceglierà la foto più bella…il giudizio sarà insindacabile!

NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE LE FOTO CHE NON RIPORTANO ENTRAMBI GLI HASHTAG

L’autore della foto sarà premiato sabato 16 aprile durante la festa di benvenuto

 

E per i piccoli pedalatori, giochi in bici per bimbi felici”

16